Aggiornamento sito

All'interno della sezione "Il Progetto" del Portale del Camoscio Appenninico, è stato apportato un aggiornamento nella sottosezione "Stato di avanzamento delle attività" nella quale è possibile leggere i progressi e le attività fino ad oggi portate avanti dai partner del progetto LIFE Coornata.

Newsletter n.1

 

IL PORTALE DEL CAMOSCIO APPENNINICO - Progetto LIFE Coornata




Newsletter n. 1 del 16 maggio 2011

 

 

Confermato al 20% il trend di crescita annuo del Camoscio Appenninico sulle montagne del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga

Giungono dati positivi dal censimento annuale dei camosci nel Parco: sono 286, infatti, gli esemplari conteggiati nel corso del censimento autunnale effettuato, come di consueto, dai tecnici del Servizio Scientifico dell'Ente Parco in collaborazione con il CTA del Corpo Forestale dello Stato e con l'apporto di numerosi volontari. La stima della popolazione di Camoscio appenninico, frutto dei risultati combinati del monitoraggio primaverile e del censimento autunnale, nel Parco del Gran Sasso Laga è di 420/450 esemplari tolta la parte di stima totale.

Concluse, per il 2010, le operazioni di reintroduzione del Camoscio Appenninico nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Grazie all'immissione in natura di altri 4 esemplari si sono concluse, per il 2010, le operazioni di rilascio del camoscio appenninico nei Monti Sibillini nell'ambito del progetto Life “Coornata”; ad oggi sono, in tutto, 19 i camosci che popolano il gruppo montuoso, a fronte di 17 individui immessi. L'obierttivo è il raggiungimento del numero minimo di esemplari per cui una specie possa sopravvivere in natura che, dagli studi di fattibilità del progetto di reintroduzione, è stato fissato nella misura di trenta esemplari immessi, con una sproporsione verso gli individui femminili.

Monti Sibillini: primo censimento nell'ambito del progetto Life Coornata e avvio della promozione degli Hotel del Camoscio

Nel mese dei novembre 2010, nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, si è svolto il primo censimento autunnale del Camoscio appenninico. Hanno partecipato più di trenta volontari, molti agenti del Coordinamento Territoriale per l'Ambiente del Corpo Forestale dello Stato, alcuni rappresentanti dell'U.R.C.A.

Interventi a tutela del Camoscio Appenninico

L'intensa collaborazione tra i parchi dell'Appennino centrale per la conservazione del camoscio appenninico, nell'ambito del Life “Coornata”, ha salutato con favore i primi interventi essenziali al regolare svolgimento delle azioni previste dal progetto.

Corso su tecnica e gestione delle catture di animali selvatici

Caramanico Terme (Pe); 6 - 10 Giugno 2011

Il Parco Nazionale della Majella organizza il secondo corso intesivo teorico e pratico "Tecnica e gestione delle catture delle catture degli animali selvatici".

Per maggiori informazioni sul corso: www.parcomajella.it

Scarica il programma

 

Presentato il progetto LIFE COORNATA per la conservazione del camoscio appenninico

Nasce la rete nazionale per la pianificazione delle attività di tutela della specie nell'appennino centrale
È stato presentato in data 4 novembre 2010 a Lama dei Peligni (Ch), presso il Centro visite del Parco Nazionale della Majella alla presenza di tutti i partner, il progetto LIFE COORNATA per la tutela del camoscio appenninico. Contestualmente si è svolta la prima riunione del Comitato di coordinamento permanente per lo sviluppo in rete delle attività di conservazione del camoscio appenninico che ha rappresentato un momento essenziale di pianificazione condivisa – a livello nazionale – di tutte le attività connesse alla tutela di questa specie.